Animali nella Bibbia

Animali nella Bibbia


CAVALLO

Il cavallo è un animale che pensiamo di conoscere bene, ma ne siamo sicuri? Quante volte è citato nella Bibbia e con che significato? E quale tipo di cavallo troviamo al Parco Natura Viva? E in Terra Santa allo Zoo Biblico di Gerusalemme? E nelle nostre chiese? Qual è il suo valore simbolico, religioso e artistico? Scopriamolo insieme.

CERVO

Animale elegante, nobile, che ritroviamo al Parco Natura Viva, ma che era presente anche ai tempi della Bibbia in Terra Santa, non a caso è infatti citato spesso nel testo sacro. E nello zoo Biblico di Gerusalemme scopriremo come è tornato questo animale in una terra da cui era scomparso. Inoltre lo ritroviamo nelle nostre chiese con un significato simbolico e artistico alle volte sorprendente.

CAPRA

La capra è uno degli ospiti più simpatici del Parco Natura Viva di Pastrengo, ma è, da sempre, uno degli animali più utili per il popolo di Israele come scopriamo visitando lo Zoo Biblico di Gerusalemme. Inoltre si ritrova nelle nostre chiese con un simbolismo artistico-religioso molto particolare, andiamo a scoprirlo insieme.

LUCERTOLA e LOCUSTA

Animale comune la lucertola, eppure citata nella Bibbia con un significato molto particolare, e rappresentata, con un significato simile nelle nostre chiese. Scopriamo insieme come vive questo animale al Parco Natura Viva di Pastrengo e allo Zoo Biblico di Gerusalemme, senza dimenticare di andare a vederla nelle nostre chiese.

LEOPARDO

Al Parco Natura Viva di Pastrengo vivono una coppia di Leopardi delle nevi, che ricordano il leopardo citato anche nella Bibbia e che si ritrova rappresentato con uno specifico valore simbolico anche in alcune delle nostre chiese. Ma oggi vive ancora il Leopardo in Terra Santa? Andiamo a scoprirlo allo Zoo Biblico di Gerusalemme.



Chiesa

GIOVANI VERSO ROMA

Migliaia di giovani si recheranno a Roma l’11 e il 12 agosto per incontrare il Papa in vista del Sinodo che si terrà in ottobre. Tra loro anche molti veronesi.

Evidenza Speciali di Telepace

RIUSE – Trasformando scarti in valore

Anche in Italia arriva Tess, acronimo che sta per (Textile with ethical sustainbility and solidarity) ovvero il gruppo sociale europeo nato per dare vita a forme di commercio equo nel settore della raccolta e della vendita di abiti usati. Un annuncio che è stato dato a Milano nel corso di un convegno dedicati ai 20 anni di attività delle cooperative RIUSE ovvero raccolta indumenti usati solidale ed etica, la prima realtà italiana ad aderire al gruppo. RIUSE, la rete cooperativa del consorzio FARSI PROSSIMO, è stata fondata 20 anni fa su ispirazione della caritas ambrosiana ed in questi anni ha garantito lavoro regolare per alcune decine di persone, raccolto indumenti usati attraverso la rete di 2300 contenitori stradali.

Prima di andartene iscriviti alla nostra newsletter