Giuseppe Diotti, un protagonista dell’800 italiano

Casalmaggiore, in provincia di Cremona, sta ospitando (e lo farà fino al 28 d gennaio) una mostra con un centinaio di opere, tra dipinti, disegni ed incisioni, opera di Giuseppe Diotti, artista locale vissuto tra il 1779 e il 1846. La mostra è allestita nella casa museo dell’artista che fu dimora e studio del Diotti, protagonista della pittura tardo neoclassica, sensibile alle istanze del Purismo ed interprete originale del Romanticismo storico. Le opere proposte provengono anche da altre provenienti in gran parte dai più importanti musei lombardi, come la Pinacoteca di Brera, il Museo Civico Ala Ponzone di Cremona, l’Accademia Carrara di Bergamo, i Musei Civici di Brescia, i Musei Civici di Pavia, il Museo Civico di Lodi, oltre che dalla Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia e da collezioni private.

L’animo Gentile

Lodi ospita, a palazzo Barni, ,a rassegna “L’animo gentile” Arte e vita da Giovanni Agostino da Lodi a Vincenzo Irolli. E’ la terza tappe del progetto Open di fondazione cariplo ovvero un percorso di eventi espositivi sviluppato con le comunità locali. Nella mostra ospitata a palazzo barni, uno degli edifici più significativi della città, sono raccontate le vicende artistiche del territorio lodigiano. Lo scopo di questa mostra, è stato detto dagli organizzatori, non è quello di proporre una ricognizione sistematica né di approfondire un versante specifico dell’arte lodigiana arrivando a unire opere provenienti da collezioni pubbliche ad altre da raccolte private.

Un capolavoro per Milano. Perugino, l’Adorazione dei Pastori

Il Museo diocesano di Milano, intitolato al cardinale Carlo Maria Martini, ospiterà fino al 28 di gennaio un’opera di grande bellezza, si tratta dell’Adoazione dei pastori del Perugino. Si tratta di una tavola di grandi dimenzioni proveniente dalla Galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia. L’opera è capolavoro indiscusso della maturità di Pietro Vannucci, detto il Perugino e faceva parte di un polittico eseguito per la chiesa di sant’Agostino a Perugia, su commissione dei frati agostiniani nel 1502.
La sua esecuzione richiese più di vent’anni ed era formata da oltre trenta tavole. Il progetto di allestimento cerca di suggerire lo spazio architettonico a cui era destinata l’opera e di rievocare il grandioso polittico di cui era parte. Un percorso che si inserisce in modo armonico con le esposizioni perenni presenti nel museo e proprio da ciò che propone il museo diocesano di Milano, iniziamo questo nostro itinerario d’arte.

Robert Doisneau

A Pavia, presso il Broletto, è ospitata la mostra fotografica dedicata a Robert Doisneau, il pescatore di immagini come lui stesso amava definirsi. Si tratta di una esposizione che racconta in maniera esaustiva il percorso artistico di Doisneau, autore di celeberrimi scatti fotografici quali “il bacio a l’hotel de ville”. La mostra, che prevede un percorso dedicati ai visitatori più giovani e una serie di laboratori dedicati alla fotografia, resterà aperta al pubblico fino al prossimo 28 di gennaio.

Dentro Caravaggio

Fino al 28 gennaio Palazzo Reale di Milano ospita la mostra “Dentro Caravaggio”, una esposizione di venti opere, provenienti da musei di tutto il mondo, con la quale il capoluogo lombardo intende omaggiare il grande artista. Un’esposizione unica non solo perché presenterà al pubblico opere provenienti dai maggiori musei italiani e da altrettanto importanti musei stranieri ma perché, per la prima volta le tele di Caravaggio saranno affiancate dalle rispettive immagini radiografiche che consentiranno al pubblico di seguire e scoprire, attraverso un uso innovativo degli apparati multimediali, il percorso dell’artista dal suo pensiero iniziale fino alla realizzazione finale dell’opera.

Festival della Fotografia Etica

Durante quattro fine settimana di ottobre, Lodi ha ospitato l’ottava edizione del Festival della Fotografia etica, appuntamento culturale di alto livello che ha richiamato oltre 15mila visitatori. Abbiamo incontrato Alberto Prina, tra gli organizzatori dell’evento, che ci ha spiegato l’origine di questa proposta culturale che ogni anno propone scatti fotografici di professionisti di levatura internazionale con narrazioni su drammi e bellezze da ogni angolo del pianeta.

Longobardi un popolo che cambia la storia

A Pavia, nelle scuderie del castello visconteo, è ospitata fino al prossimo 3 di dicembre la mostra archeologica dedicata ai Longobardi. Un interessante itinerario che ripercorre la storia di questo popolo alla luce anche delle recenti scoperte. Nella mostra di Pavia si racconta di un’epoca di grandi cambiamenti e di una fase sociale, culturale e religiosa che interessò tutta la penisola italiana. A pochi giorni dalla sua apertura già molto interessante la risposta da parte del pubblico.

Omaggio alla Regina

Fino al 15 settembre è allestita alla Gran Guardia la mostra ‘The stamps of the Queen’, un omaggio alla regina Elisabetta II di Inghilterra attraverso foto, quadri, francobolli e ricordi. La mostra è a cura di Luciano Pelizzari. Telepace ha realizzato uno speciale per presentarla.

Alla scoperta della scoletta del Santo

Andiamo alla scoperta della Scoletta del Santo, affacciata sul sagrato della Basilica di S. Antonio a Padova. A farci conoscere questo edificio, impreziosito da interessanti dipinti di pittori vari, tra i quali Tiziano, è Leonardo Di Ascenzo, Priore dell’Arciconfraternita di S. Antonio che ha sede proprio nella Scoletta. Un’occasione per conoscere secoli di storia, di arte e di spiritualità legate al Santo.

Toulouse Lautrec e Rosabianca Cinquetti

La Bella Epoque di Toulouse Lautrec, 170 opere in mostra a Palazzo Forti di Verona, tra manifesti, litografie, disegni, illustrazioni, acquarelli e arredi dell’epoca.
Rosabianca Cinquetti pittrice iperrealista veronese, che espone 31 dipinti a olio in una mostra dal titolo “Dentro Fuori”

The Guardians

Arte contemporanea nel complesso di Sant’Eustorgio a Milano. E’ quanto viene proposto, per la prima volta, con la personale dell’artista Adrian Paci, intitolata “The guardians”. Così l’artista ci ha spiegato da dove nasce la sua ispirazione artistica.

Load more